Annunci

Non è il 100% ma non siamo molto lontani. L’84,8% degli insegnanti è vaccinato con almeno una dose mentre il 78,2% ha la vaccinazione completa. Gli insegnanti si piazzano subito dopo il personale medico-sanitario fermo al 93%. Questi i dati al 16 luglio 2021 pubblicati da il sole 24 ore sulla base di quelli del SSN.

In questi giorni si susseguono le voci secondo le quali gli insegnanti dovrebbero essere tutti vaccinati obbligatoriamente e le polemiche sull’obbligatorietà non si placano. Così come accade per il personale medico anche tra gli insegnanti ci sono coloro i quali hanno patologie che mettono a rischio la loro salute in caso di vaccinazione.

Va considerato il fatto che l’80% dei docenti è di sesso femminile e che lo stato di gravidanza va in conflitto con la vaccinazione che in quei casi è sconsigliata.

Se tutti i cittadini Italiani avessero raggiunto lo stato di vaccinazione degli insegnanti, sicuramente si sarebbe raggiunta l’immunità di gregge.

Ma il vero grosso problema sono gli studenti, 8,5 milioni di giovani che ogni giorno si recheranno a scuola. Sono loro il vero rischio per la circolazione del virus non il docente che rischia di essere l’unica persona vaccinata dentro un’aula scolastica.

Un dato da prendere in seria considerazione rappresenta la differenziazione per regione.

La figura mostra i dati divulgati dal quotidiano il sole 24 ore. In essa è possibile notare che mentre la Campania ha ultimato le vaccinazioni prima dose e sta quasi ultimando le seconde dosi, zone come la provincia autonoma di Bolzano e la Sicilia sono ancora a metà percorso vaccinale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •