Lo stipendio del mese di febbraio ogni anno riserva amare sorprese soprattutto quando si è in presenza di conguagli a debito. La visualizzazione dell’importo dello stipendio di febbraio è attiva da per, 4 febbraio e molti docenti hanno potuto riscontrare sorprese strane e inspiegabili.


Alcuni docenti si sono visti decurtare lo stipendio anche di 800 euro. Ovviamente occorrerà leggere il cedolino il 23 febbraio per capire cosa sia effettivamente successo ma in effetti c’è anche una sorpresa altrettanto strana: la non rateizzazione degli importi a debito. Di solito quando si tratta di cifre considerevoli, queste vengono rateizzate in almeno 3 rate per altrettanti stipendi.

Alcuni docenti dichiarano di non aver avuto altri introiti passibili di decurtazioni o di tasse non pagate e quindi oggetto di arretrati a debito, tuttavia si ritrovano con centinaia di euro di decurtazione.

E così, se qualcuno si aspettava di vedere il nuovo importo con gli effetti dell’aumento tanto decantato. Non resta che attendere di leggere il cedolino, tuttavia già molti docenti si ritrovano a vedersi annullato parte considerevole degli effetti degli arretrati incassati poco più di un mese fa tra natale e capodanno.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Abbiamo bisogno di te


Non sei ancora socio?
scopri cosa puoi fare in PI

This will close in 20 seconds