Mezzo punto percentuale che in valore assoluto rappresenta il 25% della spesa in meno sulla scuola. E’ ciò che emerge nel DEF presentato ieri 6 aprile e ignorato da tutti i sindacati impegnati e preoccupati per le elezioni RSU.

La motivazione data da Draghi è da ricercare nel calo demografico, tuttavia si fa fatica a pensare che nel 2025, data di entrata in vigore della misura riduttiva, ci sarà un calo del 25% degli studenti.


Anziché gioire per il calo demografico, forse un governo avrebbe dovuto chiedersi i motivi e come fare per incentivare le famiglie a fare figli in una popolazione che invecchia.

Cala la spesa sulla scuola, aumenta quella sugli armamenti.

Ricordiamo che la media della spesa sulla scuola in UE è del 4,7% del PIL. L’Italia era ben al di sotto della media e con questa riduzione si piazza all’ultimo posto in UE.

Dispiace che tutto questo accada nel totale immobilismo dei sindacati e di tutti coloro i quali ritengono di difendere la scuola publica.

Il prossimo passo, definito nel DEF è una ulteriore riduzione al 3,3 – 3,4 negli anni successivi al 2025. Un “ottimo” investimento sull’ignoranza, insomma.
Neanche la Riforma Gelmini riuscì a portare a casa un tale risparmio sulla scuola. In un contesto del genere, è chiaro che gli aumenti per i docenti vadano a farsi benedire. la riduzione (che c’è ma è minima) della popolazione scolastica avrebbe dovuto suggerire altre misure come ad esempio la riduzione delle classi pollaio o un aumento stipendiale a fronde di un fabbisogno di un numero inferiore di insegnanti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Donaci un caffè


Professione Insegnante
ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


This will close in 20 seconds