“Ma quale professione al mondo prevede che si stia a casa 90 giorni consecutivi?”. Questo è il passaggio più significativo che racconta più di altre mille parole la rabbia delle mamme. Non il problema di babysitting, non il problema del caldo estivo e neanche quello contraddittorio dei compiti estivi, il problema principale delle mamme riguarda il fatto che secondo loro gli insegnanti stanno a casa 90 giorni all’anno.

Care mamme, i vostri figli da oggi sono a casa ma noi siamo ancora a scuola e ci staremo almeno fino al 30 giugno. Non staremo qui a raccontarvi cosa ci sia dietro ognuno dei vostri figli, quanti calcoli, quante discussioni, quanti giudizi, quanti consigli di classe e scrutini per dare ciò che la legge ci chiede: un numero.


Care mamme, i vostri figli finalmente hanno finito la fatica del terzo anno in tempo di covid ma noi siamo dentro le aule roventi senza aria condizionata ad occuparci di loro, siamo a fare collegi dei docenti, a pensare al prossimo anno, a ratificare i risultati degli scrutini.

Care mamme, ci accingiamo ad iniziare gli esami di stato, sì, quelli per cui i vostri figli nelle classi terminali stanno in ansia, quelli che finalmente quest’anno tornano in una versione quasi normale.

Care mamme, stiamo organizzando i corsi di recupero per i vostri figli, soprattutto per quelli che voi stessi avete abbandonato al loro destino tutto l’anno, corsi che puntano al miracolo: recuperare una materia in appena 10 ore. Noi ci siamo ma probabilmente i vostri figli saranno già impegnati in qualche viaggio al vostro seguito.

Care mamme, abbiamo deciso, nostro malgrado che il 24 agosto inizieranno gli esami per il recupero dei debiti formativi. Sì, avete letto bene, 24 AGOSTO. Saranno chiamati TUTTI i docenti, perchè i consigli di classe dell’anno scolastico che si conclude il 31 agosto devono riunirsi per decidere se loro hanno recuperato.

Care mamme, leggetevi gli arti 13 e 19 del nostro CCNL, le ferie sono un diritto irrinunciabile e ammontano a 32+ 4 giorni, esattamente come tutte voi se lavorate, con l’enorme differenza che dobbiamo andare in vacanza a ferragosto, il 24 già siamo di rientro.

Care mamme, la scuola non è un parcheggio per i vostri figli ma un luogo di istruzione e formazione e così come avviene in tutte le scuole d’Europa, li accogliamo per oltre 200 giorni all’anno. Noi a scuola ci siamo ma spesso loro non vengono, non vengono durante la vostra settimana bianca, non vengono quando fanno un week end con voi, non vengono mediamente 20-30 giorni all’anno per tanti motivi diversi dalla ” malattia”.

Care Mamme, se ci occupiamo noi di 25 vostri figli per classe per 9 mesi all’anno, voi potreste occuparvene per quel paio che avete per l’estate magari approfittando di tante iniziative estive dove possono rilassarsi, giocare, divertirsi e soprattutto riposare, che ne hanno tanto bisogno.

Care mamme, godetevi di più i vostri figli, trascorrete più tempo con loro, che noi li vediamo sempre più soli e isolati con i loro problemi, ascoltateli, che hanno tanto da dire.

Care mamme, siamo stanchi, stressati, mal pagati, non veniteci a dire che siamo a casa proprio nel momento più stressante dell’anno quando dobbiamo documentare anche come vostro figlio ha respirato a scuola.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Donaci un caffè


Professione Insegnante
ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


This will close in 20 seconds