Ieri sera dopo le 20erano state avviate le ricerche dell’insegnante Marcello Toscano di 64 anni che insegna in una scuola di Melito di Napoli.


Marcello, insegnante di sostegno è stato trovato morto dopo qualche ora nella scuola media Marino Guarano di Melito di Napoli. A trovare il corpo dietro un cespuglio pare sia stato il figlio che aveva effettuato una ricerca in autonomia.

I Carabinieri stanno effettuando le indagini anche incrociando le immagini rilevate dalle telecamere della stessa scuola.

Un fatto di una gravità inaudita che lascia sgomenti, qualcuno sospetta sia una reazione da parte di un alunno o genitore per via di una nota.

Ciò che insospettisce è anche il fatto che l’insegnante abbia inviato ad un collega una richiesta su come si possa inviare la propria posizione in modo da essere tracciati. Forse temeva qualcosa di grave.

Queste le parole del cugino scritte sui social: “L’hanno ammazzato come un cane nel cortile di una scuola della Repubblica Italiana nella tarda mattinata di un anonimo martedì di fine settembre … Cronache da Melito dove si muore senza un perché e tra l’indifferenza generale grazie ad uno Stato che ha abdicato da tempo diventando solo una sorta di participio passato: qualcosa che è stato ma che adesso non c’è più…”.

Nella scuola, comunque, scrive l’Ansa, si erano verificati nei mesi scorsi diversi episodi di violenza per accoltellamento. Si tratta di una scuola media, quindi studenti dagli 11 ai 13-14 anni. Episodi che non hanno portato purtroppo a nessuna misura affinché si possa evitare una morte così assurda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Abbiamo bisogno di te


Non sei ancora socio?
scopri cosa puoi fare in PI

This will close in 20 seconds