«Prof, dobbiamo regolare una questione: mi ha messo troppe note e sta sbagliando». Lo studente estrae da dietro la schiena una pistola giocattolo e la punta alla tempia dell’insegnante di matematica.

Gli altri studenti estraggono lo smartphone e registrano la scena per condividerla sui social.


L’episodio è successo lo scorso 29 marzo in un istituto tecnico nel fiorentino. La segnalazione alle autorità giudiziarie, intanto, è partita dalla scuola, non dal prof. La procura ha denunciato lo studente per minaccia ai danni di pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.

Ieri mattina l’indagato si sarebbe mostrato sorpreso dicendo: “era solo uno scherzo”. Non è la prima volta che lo studente abbia umiliato e offeso insegnanti interrompendo le lezioni.

Il video della durata di pochi secondi che racconta l’aggressione compresa la frase: «Mi ha messo troppe note, prof! Sta sbagliando con me, così non va. Dobbiamo regolare la questione»

Chi ha ripreso la scena, convinto che la pistola fosse giocattolo non ha esitato a far circolare il video.

Il dirigente: già in passato il consiglio di classe aveva adottato provvedimenti disciplinari nei confronti dello studente. Adesso si attendono gli esiti delle indagini (semmai ci fosse bisogno ancora di indagare). C’è da chiedersi se non sia il caso che l’insegnante e la scuola tutta chiedano un risarcimento danni allo studente, quindi alla famiglia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Donaci un caffè


Professione Insegnante
ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


This will close in 20 seconds