Prende forma la protesta dei sindacati CGIL, CISL, UIL, GILDA e SNALS che stanno organizzandosi in vari incontri al fine di concordare lo sciopero generale della scuola fissato orientativamente per il 27 maggio 2022.

C’è grande fermento tra i sindacati spinti anche dalla base degli insegnanti insoddisfatti e traditi da un decreto, quello del 30 aprile 2022, pubblicato senza alcun confronto con le parti sociali.


In questi giorni i principali sindacati stanno cercando di sondare l’umore che circola tra gli insegnanti sia per il nuovo reclutamento pieno di incertezze, sia sulla formazione continua con un Ministro che dice una cosa e ne fa un’altra.

La goccia finale che ha fatto propendere per uno sciopero sarà stata sicuramente anche l’ultima trovata di Bianchi di rinnovare il contratto inserendovi anche la contrattualizzazione di tutte le attività extra didattiche “Senza ulteriore onere per lo Stato”. Certeremo di vedere gli sviluppi ulteriori, sarà sicuramente un Maggio rovente in cui gli insegnanti si divideranno tra la chiusura dell’anno scolastico e le novità sempre negative sul loro futuro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Donaci un caffè


Professione Insegnante
ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


This will close in 20 seconds