Ultimi giorni di vacanza prima del rientro a scuola ma con tanti dubbi e soprattutto tante contraddizioni.


Il Ministro Bianchi si trova per l’ennesima volta a gestire le misure per contrastare l’emergenza Covid. Per tutta l’estate si è parlato di un ricambio dell’aria come misura efficace facendo intendere l’uso di purificatori d’aria ma alla fine abbiamo saputo che la misura è sempre la stessa: tenere le finestre aperte.

La crisi energetica dell’ultimo periodo, però, comincia a far riflettere qualcuno su come si potrebbe risparmiare sui riscaldamenti e sui consumi. Alcune fonti del governo stanno studiando la possibilità di ridurre di due gradi la temperatura delle già fredde aule scolastiche al fine di risparmiare sui riscaldamenti.

Sto cercando di immaginare come si possa risparmiare sui riscaldamenti tenendo le finestre aperte. Speriamo che il Ministro dia notizie più chiare su come comportarsi e non demandi alla fine alla scelta del singolo dirigente la decisione su cosa fare per le due emergenze.

Dal canto suo Giannelli, capo dell’associazione nazionale presidi prova a proporre un giorno di Dad per tenere le scuole chiuse un giorno a settimana. Pare che improvvisamente la Dad diventi soluzione a tutti i mali e anche i suoi detrattori adesso pensino di utilizzarla per scopi diversi da quello per cui era nata in tempo di pandemia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Abbiamo bisogno di te


Non sei ancora socio?
scopri cosa puoi fare in PI

This will close in 20 seconds