Annunci

Sempre più frequentemente la Ministra dell’Istruzione sceglie palcoscenici della tv trash per parlare di un argomento importante come quello dell’istruzione. Lo fa senza contraddittorio, scegliendo le domande a lei care e scegliendo anche il pubblico a cui rivolgersi.

Dimmi che platea scegli e ti dirò che scuola intendi portare avanti. E’ fin troppo chiaro che andare dalla D’Urso ha tutto il significato di una scelta mirata dell’interlocutore che di certo non è qualcuno che si occupa di cultura e istruzione. del resto è da molto tempo che la nostra min istradi cita giudizi e pareri di genitori, famiglie e studenti. Mai un parere dei docenti, qualche volta il parere dei dirigenti ma solo quando si sovrappongono alle proprie idee.

Di recente anche i dirigenti scolastici stanno imboccando la strada dell’opposizione a quella scuola aperta a tutti i costi, costi quel che costi. Sono di questi giorni le parole del presidente dell’ANP che sostiene che senza un valido piano per la sicurezza le scuole non saranno in grado di aprire neanche a gennaio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •