20
Mar, Nov

ScuolaLex

Sezione Filo di Arianna di Libero Tassella.

Ringrazio il collega Simone Fancello per averlo notato  dalla lettura puntuale  del testo del CCNI 2018 su Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie.

C'è  un' incongruenza nella disciplina contrattuale introdotta quest'anno per le assegnazioni provvisorie  su sostegno dei docenti senza titolo.

Il dettato  contrattuale comma  16  dell'art 7 che disciplina questo istituto,  parla di Assegnazione provvisoria per i docenti di ruolo senza titolo su posto di sostegno senza specificare la fase provinciale da quella interprovinciale cioè  senza alcuna limitazione.  

Pertanto i docenti di ruolo , stando alla lettera del comma 16, che stanno ultimando una procedura di specializzazione o che hanno un anno di servizio prestato su sostegno anche da precari,  possono presentare  domanda di assegnazione provvisoria in fase provinciale e interprovinciale, sarebbe logico, altrimenti si creerebbe una disparità  di trattamento tra titolari nella provincia e titolari fuori provincia. Tutto chiaro? Affatto. Leggendo l''ordine delle operazioni  di utilizzazioni e assegnazioni provvisorie (allegato 1)  al punto 41 si prevede una limitazione a tali assegnazione , e cioè  come riportato da tutta la pubblicistica sindacale e non , vedi nostra guida, l' assegnazione su posto di sostegno dei senza titolo sarebbe limitata   solo per i docenti che chiedono l'interprovinciale. Quindi un' incongruenza palese tra il comma 16 e il punto 41 della tabella allegato 1.  

Aspettiamo la modulistica  per capirci di più,   ma è  un pasticcio che si presta a contenziosi. Nel comma 16 non è  posta limitazione,  nel punto 41 della sequenza operativa il Miur dovrebbe produrre un doveroso  chiarimento, visto che  già  da venerdì  13 si possono presentare on line le domande di assegnazioni e utilizzazioni per la scuola  dell'infanzia e primaria.