18
Mer, Lug

ScuolaLex

Sezione Filo di Arianna di Libero Tassella.

In alcune  scuole, per flessibilità  dei tempi di apprendimento, l' unità  di insegnamento può non coincidere con l'ora di 60 minuti. È  prevista una durata inferiore di tutte o di alcune ore ( es.50 minuti)  ma con l'obbligo del recupero delle frazioni orarie non effettuate da parte dei docenti.

Tale recupero potrà  essere effettuato in altri momenti della giornata oppure allungando le 33 settimane di lezione  nell'anno per attività  di recupero  e di potenziamento, comunque sempre con gli stessi alunni della classe. Non sono previsti recuperi per la sostituzione in altre classi  di docenti assenti  temporaneamente a vario titolo.

Normativa di riferimento: comma 2 art.4 DPR 275/99.

Non esiste più, come un tempo, la possibilità  di ridurre l'ora di ridurre l'ora di lezione senza recupero per motivi di forza maggiore e di erogazione del servizio scolastico, ad es. pendolarismo, doppi turni, corsi serali, ecc..., fermo restando per le scuole in questi casi  di adottare  la riduzione dell'unità oraria.

Normativa di riferimento : nota prot. 11049 del 29.11.2010.

Qual è  la procedura da seguire per la riduzione dell'ora di lezione?

1) A proporre con delibera motivata la riduzione dell'ora di lezione è  il Consiglio d'istituto.

2)  Ad esprimere un parere sulla proposta del Consiglio e che non osti  al raggiungimento degli obiettivi del PTOF, è il collegio dei docenti ad inizio anno scolastico.

3) A disporre la riduzione dell'ora di lezione è  il dirigente scolastico in presenza di una posizione del Consiglio di Istituto e del Collegio dei docenti.