10
Lun, Dic

ll Bonus per la formazione, pari a 500 euro all'anno, è  stato introdotto dalla legge 107/ 2015. E'  in vigore quindi dall'a.s. 2015/16, con l'a.s. prossimo venturo è  al quarto anno di erogazione  e al momento riguarda solo gli insegnanti di ruolo.

Vediamo ora le scadenze anche alla luce delle  contraddittorie e confuse  notizie che sono circolate  recentemente in rete e sui social.

Leggi tutto: Bonus formazione anni...

Lo avevo auspicato da anni e recentemente ero tornato sull'argomento,  quando il Ministro  Bussetti e i sindacati avevano con un contratto integrativo disapplicato per un solo  anno l'istituto della chiamata diretta, facendo arrabbiare il Presidente nazionale dell' Anief. 

fShare
12
Leggi tutto: La chiamata diretta va...

Un  ministro che chiede  il volontariato agli insegnanti a mio avviso sbaglia. Il Ministro  Bussetti parla troppo e spesso in maniera incongrua come in questo caso.

In effetti nelle aree a rischio lo Stato non deve chiedere volontariato  ai docenti ma costruire presìdi  per  accogliere, educare, istruire, prevenire e orientare. 

Leggi tutto: Insegnanti volontari...

Le fake news sono una realtà ineliminabile nel Web. E allora? Ci vengono incontro delle regole. Inizio e avvio per acquisire la "saggezza digitale" (M: Prensky)

I social media e l'affermazione di un nuovo modello informativo

fShare
18
Leggi tutto: Le fake news,...

La continuità didattica nella scuola è  quasi sempre auspicabile, ma è di difficile attuazione; si pensi che non si riesce a garantirla nemmeno agli alunni disabili, se è  vero come è  vero che l'80% degli alunni disabili  cambia l'insegnante da un anno all'altro.

Leggi tutto: La continuità didattica...

Io credo che bisogna arrivare nei prossimi  anni ad un sistema di reclutamento basato  solo sui concorsi a cattedre banditi  ogni due  o tre anni.

Leggi tutto: Un'ipotesi sistemica...

Lo avevo ampiamente previsto che l’azione dei sindacati verso i “diritti” dei docenti che richiedono mobilità avrebbe causato il caos cattedre al nord. Secondo un dato ufficiale del locale CSA a Milano mancano all’appello oltre 6000 insegnanti che dovranno essere nominati dalle graduatorie che sono pressoché vacanti. Due anni fa, all’indomani della legge 107 erano 2000 i posti vacanti.

Leggi tutto: Le contraddizioni del ...

I docenti con contratto a tempo indeterminato potranno partecipare ai concorsi speciali per la scuola dell'infanzia e per la scuola primaria se hanno due anni di servizio a partire dal 2010/11 sia su posto comune  ma anche  su posto di sostegno se sono in possesso del titolo di specializzazione conseguito anche  dopo la nomina in ruolo.

Leggi tutto: Concorsi speciali...

Come più  volte precisato,  il requisito per partecipare  ai concorsi riservati per infanzia e primaria è  un servizio di insegnamento specifico rispettivamente nella scuola dell'infanzia  e nella scuola primaria. 

Leggi tutto: Requisito per...

Poiché dopo attente ricerche le informazioni sono poco chiare e spesso lasciate al “sentito dire”, gli oltre centomila docenti del gruppo Professione Insegnante chiedono al Miur, nella persona del Ministro On. Marco Bussetti, di emanare una comunicazione ufficiale con la quale si chiarisce il termine di scadenza della carta del docente anno scolastico 2016/17. Il sito della stessa carta reca, infatti, informazioni non chiare sulla sua fruibilità e non parla di alcuna scadenza, per cui ci si aspetta che esso scada il 31 agosto 2018, come avvenuto negli anni precedenti. Vista la scadenza ormai imminente, i docenti si aspettano una chiara risposta in modo da avere il tempo per poter usufruire delle somme residuali.

Professione Insegnante

Foto minori sul web, un post ministeriale contraddice le indicazioni di alcuni esperti. Mi auguro che le decisioni dei DPO, riescano a coniugare la prudenza con l'esigenza di documentare le attività di un Istituto.

Leggi tutto: Foto minori sul Web, la...

Premesso che si deve aspettare il bando di concorso,  possiamo fare le seguenti anticipazioni sui servizi utili o meno per  il requisito del  servizio  di due anni  nell'ultimo ottennio previsto dalla legge Dignità  per partecipare ai concorsi speciali regionali per scuola dell'infanzia e per la scuola primaria. I concorsi, che saranno banditi in tutte le regioni, sono finalizzati alla costituzione di una graduatoria regionale di merito permanente e ad esaurimento.

Leggi tutto: Servizi validi e non...