Una delle domande più ricorrenti in vista delle festività natalizie è: perchè il valore della tredicesima mensilità è nettamente più basso dello stipendio ordinario?

Dal 29 novembre su NOIPA è già disponibile l’importo che verrà percepito tra tredicesima mensilità e stipendio di dicembre. Somme che verranno percepite il 16 dicembre 2021.

Qualcuno nota, ovviamente che l’assegno non è esattamente pari al doppio dello stipendio ordinario, quindi la tredicesima mensilità ha un valore nettamente inferiore alla mensilità ordinaria.

La risposta è da ritrovare nel calcolo della tredicesima. Essa è una somma soggetta a tassazione ma non soggetta alle detrazioni come avviene per i vari stipendi. Quindi, ad esempio, le detrazioni per figlio a carico, le detrazioni bonus fiscale, o il cosiddetto “bonus Renzi” sono tutte somme che vengono detratte per le 12 mensilità e non per la tredicesima.

Ciò vale anche per le detrazioni per lavoro dipendente e per gli assegni famigliari che prevedono la tredicesima mensilità. Accade quindi che un insegnante che ha due figli a carico e relativi assegni percepisca anche 500 euro meno di quanto ammonti lo stipendio di dicembre.

La tredicesima mensilità di fatto si calcola mese per mese di servizio e per ognuno di essi viene calcolato 1/12 dello stipendio annuale. Alla fine la somma non viene soggetta alla detrazioni e non conterrà gli assegni famigliari.
Le differenze sono meno evidenti nel caso di lavoratore single e senza nessuno a carico piuttosto che nel caso di lavoratore con figli a carico di cui percepisce anche gli assegni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.