Sfogliando una relazione tecnica che circola in rete in sordina è possibile scoprire tante “belle” cose come quelle relative all’istituenda scuola di alta formazione della pubblica istruzione.

Nello specifico la relazione passa con disinvoltura dagli stipendi stratosferici di Presidente e Direttore generale di una struttura ancora solo nella mente di Bianchi, ai 2 miseri euro lordi di compenso previsto per pagare il commissario che corregge ogni singola prova concorsuale.


246.846 euro l’anno per un incarico che dura 4 anni alle figure apicali dell’ennesimo ente ministeriale. A questi si aggiungono i costi per i 12 funzionari di terza fascia al costo di circa 45mila euro l’anno. Circa 1,2 milioni di euro per mettere in modo una macchina diabolica della quale ancora non si capisce l’utilità né il meccanismo di funzionamento.

La cosa che lascia sgomenti riguarda ciò che si può leggere altrove nel documento che fa una serie di calcoli dettagliati per quantificare il tutto: i docenti commissari che faranno parte delle commissioni del concorso riceveranno € 2,00 lordo stato per ogni candidato che valuteranno. Non è previsto rimborso spese per recarsi sul luogo in cui si presterà il servizio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Donaci un caffè


Professione Insegnante
ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


This will close in 20 seconds