Annunci

Secondo Palù, virologo del CTS e presidente dell’Agenzia italiana del farmaco, i trasporti sono un nodo critico che lo scorso anno hanno permesso la seconda ondata da novembre in poi. “la capienza ridotta all’80% non basta” dice l’esperto molto sentito nel CTS ma sicuramente molto meno dal nostro governo. E ancora: “occorrono controllori sui mezzi di trasporto e sanificatori”.

E’ strano che tutto questo lo leggiamo proprio il giorno prima dell’inizio dell’anno scolastico, sarebbe stato interessante che questo parere fosse stato espresso due anni fa.

Al momento non risulta alcun piano dei trasporti per ridurre l’impatto sul rischio contagio. Gli studenti saranno costretti a stare incollati sui mezzi mentre dovranno rispettare distanziamento in aula, cosa anch’essa difficile per via delle ridotte dimensioni delle aule.

Palù si è espresso anche in merito ai panificatori d’aria, che andrebbero piazzati nelle aule per il ricambio. Ricambiare l’aria è un’altra misura che all’estero in molte realtà ha dato un valido contributo.

Ma in Italia no, non si pensa alle misure sui trasporti né tantomeno sui purificatori d’aria. Siamo troppo impegnati sul Green pass e addirittura le manifestazioni di protesta hanno costituito un’arma di distrazione di massa.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •