“Dagli insegnanti e per gli insegnanti”, è il nostro motto, quello con cui Professione Insegnante, associazione professionale e noto gruppo Social con i suoi 175.000 membri si contraddistingue come com unità che offre uno spaccato reale e tangibile della realtà scolastica italiana.

E’ per questo che dopo 18 mesi di pandemia, intendiamo lanciare una iniziativa particolare che racconti cosa è veramente successo nelle scuole italiane.

Saranno gli insegnanti a raccontare il bello e il brutto della scuola degli ultimi mesi mettendo a nudo situazioni difficili come DaD, chiusura totale di tutto, formazione e autoformazione sulle nuove tecnologie e molto altro.

Vogliamo raccontare la grande svolta messa in atto da un milione di lavoratori della scuola, vogliamo raccontare le criticità, le difficoltà ma anche le meraviglie e i momenti di riscatto emersi in questo periodo difficile.

Chi meglio degli insegnanti potrà raccontare cosa succedeva nella scuola delle classi virtuali fatta da persone reali, quando si era limitati negli spazi ristretti delle camerette, quando gli studenti finivano di entrare fisicamente a scuola ma era la scuola ad entrare virtualmente dentro le loro camerette in punta di piedi.

Ciò che vogliamo offrire è un viaggio nella scuola Italiana tra il 2020 e il 2021 costellato da alti e bassi, aperture e chiusure, nonni che muoiono di Covid, insegnanti che affrontano nuove sfide, una memoria che resterà impressa nella nostra coscienza per tanti anni, sicuramente qualcosa da tramandare alle future generazioni.

Vogliamo raccogliere le vostre testimonianze, a centinaia, vogliamo selezionarle e far sì che ne nasca un numero tale da rappresentare la nostra scuola di questo tempo difficile. Inviateci le vostre testimonianze, le accetteremo con piacere, le leggeremo, vi ricontatteremo faremo tesoro delle vostre esperienze, perchè non rimangano lì sconosciute intrappolate in qualche classe virtuale ma vengano allo scoperto perchè nonostante tutto la scuola è fatta da persone vive e non importa se queste per un po’ hanno dovuto rintanarsi nelle loro case, il cuore pulsante della scuola fatto da persone ha continuato a battere forse ancora più forte.

Ecco il regolamento per aderire alla nostra iniziativa:


La raccolta conterrà orientativamente 60 storie ed avrà come obiettivo quello di raccontare la vera scuola da nord a sud, coprendo anche tutti gli ordini di scuola.
Ogni insegnante potrà inviare il proprio contributo compilando il modulo specifico ed allegando un testo che racconti l’esperienza diretta e che faccia emergere l’originalità, l’unicità e l’irripetibilità della situazione vissuta nel contesto scolastico.

Tra le tante storie che perverranno in redazione, verranno analizzate quelle che potranno meglio rappresentare e descrivere l’impatto stravolgente della situazione pandemica sulla scuola italiana, sui docenti e sugli studenti. La raccolta, di fatto, dovrà essere una memoria autentica della scuola con tutte le difficoltà vissute, i paradossi nonché le situazioni sorprendenti che hanno fatto ridere o piangere molti di noi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •