Annunci

Ginevra è una città della Francia. E un’indagine condotta da libreriamo.it su 2.500 italiani tra i 18 e i 65 anni, ha rivelato che per uno su tre la capitale dell’Austria è Berlino, la Mole Antonelliana si trova a Firenze e Zagabria è una città della Romania. 

Sono gli effetti collaterali conseguenti il taglio di ore per una materia importante. In estate, tempo di viaggi, i giovani non sanno neanche piazzare una importante città sulla cartina.

Non per voler essere nozionistici ma la pandemia di questi giorni, le notizie che arrivano da ogni parte del mondo, le valutazioni su ciò che avviene in Afghanistan o in Siria, questa è soprattutto geografia. E come possiamo impararla se le ore ad essa dedicate non ci sono più?

C’è poi un fattore importante che riguarda l’importanza della disciplina anche sul piano accademico. Geografia la insegnano a scuola i docenti di lettere, quelli di geologia e a volte anche i docenti di economia. Non c’è una vera cattedra di geografia e vedere tre diversi ambiti disciplinari che afferiscono a geografia sa veramente di confusione.

In un mondo globalizzato la geografia dovrà a aiutare a capire le dinamiche economiche e anche gli assetti politici. Essa aiuta a capire il perchè di alcuni conflitti attuali e i motivi che comportano alcune decisioni politiche ed economiche. Senza la geografia forse neanche la storia e la politica economica possono trovare un significato tangibile. Se non si capisce il valore della conquista di un territorio come l’Afghanistan per i sovietici nel 1980 o l’importanza del blocco del canale di Suez di qualche settimana fa forse è perchè siamo arrivati a non sapere dove siamo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •