Annunci

Secondo quanto scrive Repubblica le Regioni e l’istituto superiore della sanità stanno studiando una misura da adottare in caso di contagio di uno studente in una classe. Misure che servono ad evitare di andare in DaD e soprattutto di far assentare gli studenti tanti giorni.

La misura era nell’aria quando si parlava di mandare in quarantena solo gli studenti a stretto contatto.

E’ allo studio comunque l’eventualità di non mettere assolutamente in quarantena gli studenti che si siano trovati nelle vicinanze del compagno positivo. Si tratta di ipotesi ma secondo Repubblica pare che dalla prossima settimana potrebbero uscire misure del genere.

C’è ovviamente da capire come si definirebbe la “vicinanza” allo studente positivo il quale tranne che in aula quando è seduto, si troverà vicino a tanti altri compagni durante la ricreazione o sui mezzi di trasporto. Anche in quel caso occorrerebbe tener conto della situazione.

Più chiaramente la misura rappresenta un ulteriore stimolo al vaccino visto che gli studenti riceverebbero come “premio” la riduzione della quarantena.

Per chi frequenta primaria e infanzia, è chiaro che la misura non potrà essere adottata visto che i vaccinati al momento hanno una età oltre i 12 anni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.