Annunci


Vedo questa foto da stamattina, primo giorno di scuola che dovrebbe essere una festa, doppia in questo caso perchè le scuole riaprono dopo oltre 6 masi di chiusura.

Non riuscivo a crederci. Mi chiedevo: dove sono finiti i banchi dello scorso anno? Ed invece già alcun i giornali trasmettono la notizia.

Sembra che in una scuola di Genova sia successo questo per mancanza di banchi. Poi molti colleghi scrivono che è una fake news, basta fare una ricerca per immagini su google e si torna indietro di 4 anni. La foto è stata usata da un quotidiano leghista per un altro episodio: la mancanza di banchi in una zona terremotata. Scavo ancora di più tra le notizie e si scopre che quella foto ritrae una normale attività di classe ma in una scuola di Genova.

Non mancano i banchi ma è una attività ludica in classe dove docenti e alunni hanno deciso di agire in quel modo per non si sa quale motivo. Quindi non solo non mancano i banchi ma il signor Toti, governatore della Liguria ha deciso di usare una vecchia foto per costruirci su una notizia falsa. Meno male che la rete conserva tutto in memoria e un a ricerca per immagini su google restituisce dignità ad una scuola che stava per essere infangata.

Quindi una foto di una scuola di Genova dove si svolgono normali attività è stata prima usata dalla lega per un articolo che cerca di gettare fango sull’allora amministrazione di Amatrice dopo il terremoto del 2016, poi dal governatore della Liguria per fare campagna elettorale. Pare che si passino le foto tra di loro…

Ecco cosa scrive un dirigente di una scuola di Genova:

Voglio esprimere tutta la solidarietà alla ministra Lucia Azzolina, che ha lavorato giorno e notte per garantire la riapertura delle scuole in sicurezza. Non solo, sono stati forniti arredi nuovi che mancavano da anni, ricordo solo che in molte scuole c’erano ancora i banchi con il buco per il calamaio a cui la vecchia politica era evidentemente molto affezionata. Noi abbiamo investito 7 miliardi sulle scuole solo nel 2020, mentre i governi precedenti ne hanno sottratti negli anni almeno 8,5. É veramente triste che in un giorno di festa come quello delle aperture scolastiche il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti non rinunci alla propaganda, ma forse è l’unica cosa che sa fare. I dirigenti scolastici hanno piuttosto chiarito che quella foto ritraeva un momento ludico e di svago, che i banchi arriveranno domani e che i banchi vecchi non erano stati messi di proposito, per lasciare più spazio ai festeggiamenti del primo giorno di scuola, ma meglio di me possono descrivere la situazione le stesse parole del dirigente scolastico: “La foto ritrae bambini che, durante un’attività didattica, stanno disegnando sereni in libertà: un’ingenuità, da parte dell’insegnante, farla girare, ma sbagliato e grave strumentalizzarla, strumentalizzando, con essa, soprattutto i bambini, in una giornata nella quale avevamo riscontrato solo grande entusiasmo e nessuna criticità. Nel mio Istituto ho trovato docenti preparati e motivati, che difendo, e bambini sorridenti e felici di tornare a scuola. Questa è l’immagine che porto nel cuore da questo primo giorno e che desidero rimanga a famiglie ed insegnanti. Prof. Renzo Ronconi Dirigente Scolastico IC Castelletto, Genova”

Voglio esprimere tutta la solidarietà alla ministra Lucia Azzolina, che ha lavorato giorno e notte per garantire la riapertura delle scuole in sicurezza. Non solo, sono stati forniti arredi nuovi che mancavano da anni, ricordo solo che in molte scuole c’erano ancora i banchi con il buco per il calamaio a cui la vecchia politica era evidentemente molto affezionata.Noi abbiamo investito 7 miliardi sulle scuole solo nel 2020, mentre i governi precedenti ne hanno sottratti negli anni almeno 8,5.É veramente triste che in un giorno di festa come quello delle aperture scolastiche il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti non rinunci alla propaganda, ma forse è l’unica cosa che sa fare.I dirigenti scolastici hanno piuttosto chiarito che quella foto ritraeva un momento ludico e di svago, che i banchi arriveranno domani e che i banchi vecchi non erano stati messi di proposito, per lasciare più spazio ai festeggiamenti del primo giorno di scuola, ma meglio di me possono descrivere la situazione le stesse parole del dirigente scolastico:“La foto ritrae bambini che, durante un’attività didattica, stanno disegnando sereni in libertà: un’ingenuità, da parte dell’insegnante, farla girare, ma sbagliato e grave strumentalizzarla, strumentalizzando, con essa, soprattutto i bambini, in una giornata nella quale avevamo riscontrato solo grande entusiasmo e nessuna criticità. Nel mio Istituto ho trovato docenti preparati e motivati, che difendo, e bambini sorridenti e felici di tornare a scuola. Questa è l’immagine che porto nel cuore da questo primo giorno e che desidero rimanga a famiglie ed insegnanti.Prof. Renzo RonconiDirigente Scolastico IC Castelletto, Genova”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •