Nelle ultime uscite il segretario PD ha fatto sapere che intende adeguare gli stipendi degli insegnanti alla media UE. Attenzione, non intende farlo all’indomani di quando eventualmente vincerà le elezioni, no. Intende farlo nel 2027, a fine legislatura.

A parte il fatto che sicuramente non ha la sfera di cristallo che gli consenta di governare per 5 anni in caso di vittoria (cosa che è tutta da vedere), non si capisce come mai abbia bisogno di ben 5 anni per occuparsi dei nostri stipendi, come se 4 anni non fossero sufficienti dall’ultimo rinnovo- beffa del 2018, come se la scadenza del precedente contratto al 31 dicembre 2018 non fosse cosa di cui tener conto.


Vorrei dire: caro Letta, il rinnovo del contratto è un DOVERE del governo, non una concessione che va data alla fine di una legislatura nel caso in cui si ha l’appoggio dei docenti.

La cosa che fa arrabbiare più i docenti è il fatto che il suo partito è stato nella compagine di governo negli ultimi 3 anni e lo è tutt’ora ma Letta non ha mai sospeso una parola sui docenti, pur avendo piazzato un suo ministro di fiducia al Governo.

Mi chiedo se Letta comunichi con Bianchi o se lo abbia scelto solo per fare ciò che vuole senza dar conto al partito di riferimento.

In questi giorni i docenti sono indignati per la grande trovata del “docente esperto”, letta lo sa? Malpezzi & co lo sanno e prendono le distanze ma il partito? Come mai non convoca Bianchi per chiedere di stralciare questa norma offensiva per gli insegnanti?

Non si ritiene, Letta, responsabile per la porcheria del DL 36 /2022 dove Bianchi ha scritto ciò che vuole senza confrontarsi con nessuno?

Non si ritiene, Letta, responsabile degli insuccessi di Bianchi sulle varie contrattazioni sindacali dove il massimo che è riuscito a proporre è un aumento di 50 euro?

Ecco, caro Letta, aumenti pure e adegui gli stipendi alla media europea, i docenti la voteranno il giorno dopo. Se lo farai in questa fine legislatura, potrà sperare nel voto del 25 settembre, se invece lo farà nel 2027, noi prenderemo in considerazione l’idea di votarla nel 2028!!!

Noi nel frattempo abbiamo raccolto 55mila firme per chiedere lo stralcio della norma vergognosa sul “docente esperto”. Ecco qui la petizione. Se vuole dare segno di buona volontà comincia da questa norma vergognosa, stralciatela del decreto aiuti bis.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Un pensiero su “Caro Letta, se adeguerai gli stipendi degli insegnanti alle medie UE nel 2027, noi ti voteremo nel 2028, promesso”
  1. […] Dello stesso avviso il sito professioneinsègnante.it : “Caro Letta, il rinnovo del contratto è un DOVERE del governo, non una concessione che va data alla fine di una legislatura nel caso in cui si ha l’appoggio dei docenti. La cosa che fa arrabbiare più i docenti è il fatto che il suo partito è stato nella compagine di governo negli ultimi 3 anni e lo è tutt’ora ma Letta non ha mai sospeso una parola sui docenti, pur avendo piazzato un suo ministro di fiducia al Governo. Mi chiedo se Letta comunichi con Bianchi o se lo abbia scelto solo per fare ciò che vuole senza dar conto al partito di riferimento.Se lo farai in questa fine legislatura, potrà sperare nel voto del 25 settembre, se invece lo farà nel 2027, noi prenderemo in considerazione l’idea di votarla nel 2028!!!”. […]

I commenti sono chiusi.

Donaci un caffè


Professione Insegnante
ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


This will close in 20 seconds