Un aumento alla fine in un certo qual modo gli insegnanti lo hanno ottenuto. Un aumento che sembra una presa in giro anche se è un atto dovuto. Si tratta dell’indennità di vacanza contrattuale, una sorta di aumento che scatta automaticamente non appena il contratto scade. Esso è quantificato in base all’andamento dell’inflazione. In pratica dal mese di aprile l’indennità vale lo 0.30% dello stipendio lordo e si quantifica in circa 6 – 7 euro per lo stipendio medio.

La legge di bilancio 2022 ha anche stabilito che dal 1 luglio l’indennità peserà per lo 0,50% ovvero per circa 9 euro lordi mensili.


Chissà se gli insegnanti riusciranno a dormire la notte dovendo pensare a come spendere questi aumenti dal mese di Aprile in poi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Professione Insegnante ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


Donaci un caffè


Professione Insegnante
ha bisogno di te

Vuoi darci una mano? Donaci un caffè per mantenere il nostro sito e i servizi agli insegnanti sempre aggiornati.
Puoi donare con qualsiasi carta di credito.


This will close in 20 seconds