21
Sab, Ott

News

Ogni tanto si parla di aumento degli stipendi, meglio parlare di adeguamento poichè la parola aumento irrita tantissimo i docenti. Volendo usare lo stesso registro si dovrebbe allora parlare di “diminuzione” visto che in 10 anni il potere di acquisto si è ridotto del 12%, tanto quanto l’inflazione in tutto questo periodo. 

Ogni tanto leggiamo notizie su qualche decina di euro di aumento, sindacati che tentano di spaccare il capello, 5 euro in più o in meno, prendere o lasciare…

La realtà è che il potere dei sindacati si è ridotto notevolmente.
Ormai è un lontano ricordo quello del famoso blocco degli scrutini di qualche decennio fa quando gli stipendi subirono finalmente un reale adeguamento. Un ricordo che si unisce anche all’abolizione di quella pratica tanto efficace. Come dire: io ti aumento lo stipendio e tu mi prometti che non bloccherai mai più gli scrutini.
Cari sindacati dove siete? Dove sono le vostre “vietnam autunnali” che tanto promettete?
Dobbiamo aspettarci un altro anno pieno di scioperi a turno? Ditecelo prima!