News

Questa settimana, con ogni probabilità il Consiglio dei Ministri approverà il DL su Pas et alia, che nasce da una lunga concertazione tra OS e Ministero. 

Ora, trattandosi di Decreto Legge e pertanto di atto d’urgenza, sarà necessario prevedere una serie di emendamenti:

 

1) Introdurre la possibilità che i docenti inseriti in graduatorie di merito e ad esaurimento  possano a domanda trasferirsi in regioni e province dove le suddette graduatorie risultino esaurite, al fine di ottimizzare ogni anno le immissioni in ruolo, coprire tutti i posti vacanti e ridurre il fenomeno del ricorso ai supplenti. Il docente che sceglie di trasferirsi,  al fine di assicurare la continuità  didattica, non potrà presentare trasferimento e assegnazione provvisoria per 5 anni.

 

2) Prevedere che le immissioni in ruolo abbiano luogo  su tutti i posti vacanti  anche su quelli accertati dopo la chiusura della funzione Sidi prevista  per la mobilità.

 

3) Prevedere che tutti coloro che superano lo scritto e l'orale del concorso riservato acquisiscano l'abilitazione.

 

4) Prevedere che si possa partecipare al concorso riservato  per classe di concorso e per sostegno e non per classe di concorso o sostegno.

 

5) Aprire la possibilità in coda, ai fini della mobilità professionale, di frequentare i PAS anche  ai docenti  di ruolo di scuola dell'infanzia e primaria che non hanno servizio nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

 

6) Prevedere che, a far data dalla pubblicazione in GU della legge di conversione del DL, il servizio prestato  nella scuola paritaria sia valido ai fini del punteggio nelle  graduatorie  ( Gae e GI)  solo alle condizioni previste dal regolamento sulle supplenze ( nomina da graduatoria ad esaurimento per le supplenze di durata annuale e dalla GI della scuola statale viciniore per le supplenze brevi).