Sidebar

21
Dom, Lug

News

I deputati e i senatori del M5S della commissione Cultura, con un comunicato stampa,  smentiscono categoricamente  la notizia oggi  riportata dalla Stampa secondo cui avrebbero impedito l'inserimento nel Decreto Crescita del cosiddetto piano straordinario di reclutamento dei precari concordato la scorsa settimana  tra il Ministro dell'Istruzione  Bussetti e le OO.SS.di categoria.

Non a caso il Ministro ha già  riconvocato i Sindacati per comunicare che l'emendamento che avrebbe recepito il testo concordato su PAS e concorso riservato nella scuola secondaria,  non è  stato  presentato nel Decreto Crescita.

Mai nessuna proposta, affermano i deputati e senatori pentastellati, è  mai arrivata in Commissione cultura ,né ai relatori né  in Parlamento.

Peraltro il Decreto  Crescita, essendo un decreto fiscale, non avrebbe potuto prevedere un emendamento riguardante il reclutamento del personale della scuola, quindi il veicolo normativo previsto dal Ministro risultava inadeguato.

I deputati e i Senatori del M5S nel ribadire che il reclutamento è  un momento  delicato per assicurare la qualità  della scuola, affermano  non può  essere lasciato a pratiche superate e screditate. La loro critica si rivolge appunto ai PAS, richiesti invece dai Sindacati, i PAS non rappresentano una soluzione adeguata in quanto continuano a riprodurre il precariato e fanno sborsare agli interessati migliaia di euro agli aspiranti docenti ( i precedenti PAS  in media avevano avuto un costo di 3000 euro), inoltre aprono il varco agli speculatori della formazione alcuni dei quali con sede all'estero