Sidebar

20
Sab, Lug

News

Mi domando cosa abbiano  fatto di tangibile  i docenti del Liceo Gian Battista  Vico di Napoli   per far sentire la loro solidarietà al collega  Vincenzo Auricchio.

Quale sia stata la  loro reazione all'infamante accusa al loro ex collega  di avere avuto  una relazione sessuale con una studentessa  del Vico che lo  ha portato in questi giorni  agli arresti domiciliari.

Nella scuola si è  da soli ormai.

So per averlo letto che la DS non ha trovato il tempo per parlare con l'inviata del Corriere del Mezzogiorno perché  impegnata negli scrutini  di fine anno e che il personale scolastico aveva la bocca cucita anche se avrebbe dovuto parlare.

Vincenzo Auricchio  insegnante di matematica lo scorso anno in quel Liceo non ce l'ha fatta.

Oggi si è ucciso sparandosi un colpo di pistola al petto.

E'  morto per la disperazione e la vergogna, vittima di una vergognosa gogna mediatica.

Mi auguro che la Magistratura apra un'inchiesta per verificare colpe e responsabilità per il suicidio   di questo insegnante di 53 anni  buono,giusto e onesto  sbattuto come un mostro in prima pagina.

Ciao Vincenzo, che la terra ti sia lieve, tu che moristi a stento come dice  De André  dei suicidi.

Ma un gesto ce lo aspettiamo, Dirigente scolastico, docente e personale ATA si costituiscano parte civile contro chi ha denunciato Vincenzo.

Libero Tassella