26
Mer, Giu

News

I Pas potrebbero essere aperti, in subordine ai docenti precari, anche ai docenti di ruolo, al fine di permettere la mobilità  professionale ( passaggi di cattedra e di ruolo (ma chi entra nei  24.000 posti riservati alla procedura riservata  comunque  entra in ruolo una volta abilitato, chi invece non rientra in tale numero si abilitata solo.

Almeno un anno dei tre previsti  dovrebbe  essere stato prestato  nella disciplina per cui si partecipa alla procedura abilitante speciale.

Il servizio potrebbe essere valido anche se prestato nella scuola  paritaria.

I 55.000 PAS  potrebbero anche  essere gestiti in due tranches, si chiede l'espletamento  tramite la sinergia tra Università  e scuola e in parte il PAS potrebbe essere svolto on line. Entrano in ruolo i primi 24.000 che presentano domanda una volta abilitati, saranno valutati il titolo di studio e/o anche altri titoli  e i servizi  d' insegnamento prestati.

Per i Pas di  sostegno,  richiesti per il grande fabbisogno di insegnanti specializzati, che si affiancheranno ai TFA,  ci sarà  bisogno di un anno prestato su posto di sostegno. É  da chiarire se su sostegno di possano specializzare chi è già  abilitato.

L'immissione in ruolo riservata  sarà regionale come per il concordo ordinario. 

Non ci sarà un concorso riservato dopo il conseguimento dell'abitazione, i 24.000  da immettere in ruolo , come si é  detto, saranno individuati per il  punteggio dei  titoli e del  servizio.

I posti saranno divisi al 50%  con i posti del concorso ordinario che sarà  bandito prossimamente per la scuola secondaria  ma in subordine ai docenti inseriti  in GM 2016 ( fino alle vigenza della GM 2016)  e in subordine dei docenti inseriti in   G.R. 2018.

Questo é  quanto si ricava dai contenuti del documento unitario sindacale presentato nel secondo incontro tecnico presso il Miur, integrato da qualche mia ipotesi. il Ministro leghista Bussetti  ha dato in un breve comunicato su facebook  un segnale di apertura verso i PAS e la procedura riservata, fortemente voluta dalla componente leghista del governo e dalle OOS,   ora bisogna vedere quanto sarà  recepito ed entrerà  in un provvedimento legislativo di iniziativa governativa.