21
Sab, Set

News

I fatti

Una madre di un alunno della terza classe della scuola primaria dell'istituto comprensivo Salvo Basso di Scordia (CT)  ha accusato una docente nel catanese:

"Picchia mio figlio, lo obbliga a stare in piedi e gli ha fatto saltare la merenda e tratta tematiche politiche in classe con nozioni 'comuniste'". Tale accusa  ha portato alla sospensione della maestra catanese  per due giorni, per lo scappellotto che avrebbe dato al ragazzino e non per motivazioni politiche.

La docente rigetta le accuse e il suo avvocato ha già querelato la DS. E all'indomani della notizia dei presunti maltrattamenti molti genitori hanno difeso la maestra  con manifestazioni e striscioni davanti alla scuola. 

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2019/05/20/news/catania_la_spicola_denuncia_maestra_sospesa_per_due_giorni_per_aver_letto_il_diario_di_anne_frank-226737958/

La storia riportata parzialmente da alcuni media.

Nelle ultime ore alcune riviste e alcuni quotidiani hanno riportato la notizia in modo parziale  perché riferiscono, perlopiù, della sospensione della maestra  per aver fatto leggere al bambino della terza classe della primaria un brano tratto dal Diario di Anna Frank. Notizia dunque raccontata in modo parziale e strumentale.

Il diario di Anna Frank è una lettura consigliata  soprattutto agli adolescenti

Vorrei tranquillizzare i colleghi e i genitori su questo aspetto. Molti testi di lettura rivolti a studenti di qualsiasi età  riportano le pagine del diario della ragazza ebrea. Si tratta, infatti, di un testo di memorie che molti docenti, me compresa, hanno fatto e  fanno leggere  ai ragazzi perché si tratta  della testimonianza diretta di una ragazzina di tredici anni che vive un drammatico periodo storico. I pensieri intimi di Anna che, nonostante le brutture, continua ad aver fede nell'essere umano hanno commosso me e milioni di persone in tutto il mondo. Una ragazza che tra gli orrori scrive nel suo diario :“Non penso a tutta la miseria, ma alla bellezza che rimane ancora” è portatrice di speranza e di bellezza oltre che di testimonianza storica. Perciò nessun timore, colleghi.