10
Lun, Dic

News

Premesso che quella del coordinamento nel consiglio di classe  non è  un'attività obbligatoria ma aggiuntiva, la nomina a coordinatore deve  essere formalizzata dal DS con la definizione precisa  dei  compiti del coordinatore nel corso dell'anno scolastico.

I coordinatori  di classe devono poi avere un compenso forfettario a carico del Fis. Visto l'importanza strategica della funzione  questi compensi, pur con i limiti delle risorse in capo al Fis, non devono  essere simbolici  sol perché  il fondo é  accaparrato da altri docenti che svolgono altre funzioni organizzative.

Mi risulta che in  alcune scuole non è  previsto alcun compenso per i coordinatori di classe oppure un compenso simbolico che non va oltre i 30 euro netti.  In questo, a mio avviso,  le RSU dovrebbero al tavolo contrattuale battersi per retribuire il lavoro del coordinatore di classe, riconoscendone l'importanza;   che ripeto non è  un'attività obbligatoria  e non è  prevista né  dall'ordinamento  scolastico né  dal contratto e non può  essere  imposta dalla dirigenza , a differenza di quella di segretario verbalizzante,  e il docente che rifiuta l'incarico  di coordinatore di classe non potrà  essere sanzionato in alcun modo.