21
Mar, Ago

News

La nomina in ruolo! Che emozione! Se ci ripenso, in realtà, accadde 14 anni fa e io ero  in Grecia, ospite in una villa sul mare a casa di amici greci;  avevo delegato i miei genitori ad andare al posto mio a firmare il ruolo e scegliere la sede in diretta telefonica.

Le ferie di mio marito cadevano proprio in quei giorni e io non avevo voluto rinunciare alla vacanza. Così andarono i miei: erano così orgogliosi i miei genitori, insegnanti anch'essi, della figlia che diventava professoressa di ruolo. I miei amici greci mi fecero una cena tipica a base di horiatiki, tzatziki, mussaka, keftedes...

 Ordinarono una baklava, la torta alla crema tipica greca, in mio onore. Brindammo in quella bella tavola sul prato inglese in riva al mare.

Che bei ricordi! 

Quanto fui felice!

 Ecco: auguro presto la stessa gioia a tutti i precari, grazie ai quali, da anni, si regge la scuola italiana.

 E auguri a voi che oggi godete i frutti di tanto studio, impegno, fatica, viaggi, sacrifici, spese. 

 Auguri davvero di cuore dalla redazione di Professione Insegnante.

 

La Caporedattrice, professoressa Cinzia D'Eramo.