18
Gio, Ott

News

Elezioni RSU scuola  2018.

40.000 tra  insegnanti e Ata si astengono e dicono no a tutti i sindacati. L' astensione nelle elezioni RSU 2018, un  dato strategicamente taciuto dai sindacati della scuola nei loro trionfali comunicati, dove tutti hanno vinto anche quelli che hanno perso o aumentato di qualche punticino  ( con qualche esonero in più a nostre spese) , é  arivata a ben  40.000 . 40.000 tra docenti e Ata non hanno votato il 17,18 e 19 aprile, lo stesso giorno  in cui Flc Cgil, Cisl scuola, Uil RUA e  Fgu ex Gilda firmavano un vergognoso contratto

il peggiore degli ultimi trent'anni.

Infatti rispetto al 2015, i votanti in più  sono stati  40.000, ma  gli aventi diritto al voto erano ben 80.000 in più . Quindi il numero di lavoratori che lo scorso  aprile  hanno detto un secco no ai sindacati Flc Cgil , Cisl scuola, Uil RUA, Snals, Fgu, Anief Cobas, Unicobas, Usb, Cub, ecc...sono stati 40.000,  nonostante nelle scuole i sindacati avessero messo con il cappello in mano a raccogliere voti anche i collaboratori del DS, i vicari, i fiduciari di plesso o di succursali, le  figure di staff, i DSGA e personaggi , che accedono a piene mani al fondo d'istituto, legati ai dirigenti scolastici e dislocati strategicamente  in più  liste. 

Sappiamo come sia difficile non votare nelle scuole in simili circostanze, si rischia di essere segnalati e segnati a vista  dalla mappe di potere e ricevere piccole o grandi ritorsioni  da colleghi e DS. Nonostante ciò   40.000 lavoratori hanno espresso con coraggio la loro protesta contro i sindacati della scuola.