22
Mar, Mag

News

Sui cicli scolastici e sulla loro durata, in questi anni ho sentito di tutto e di più. Spesso ho ascoltato proposte ispirate al dovetsi uniformare  all'Europa, in realtà  ispirate solo  al risparmio.

Iniziò Luigi  Berlinguer (governo D'Alema) a pensare di unire elementari e medie per ridurre di un anno il primo ciclo d'istruzione e inventò  quei mostri che sono gli attuali istituti comprensivi.

Poi vennero quelli del PD  che proposero di accorciare di un anno il secondo ciclo, Profumo, Rossi Doria, Carrozza  e poi i governi Renzi, Gentiloni, con la sperimentazione del cosiddetto " liceo breve" implementato dal prossimo anno scolastico  da quel geniaccio di ministro che è  stata Valeria Fedeli

, ora senatrice della Repubblica!

Io che  che sono  un passatista, un tradizionalista, un sovranista e anche un poco populista, credo fermamente che i cicli , tripartiti in scuola primaria di 5 anni, una scuola secondaria di primo grado di  3 anni e una scuola superiore di 5 anni restino. la soluzione più valida, rispettosa dei tempi.degli apprendimenti  degli studenti dai 6 ai 19 anni.

Pertanto non cambierei nulla per quanto riguarda la divisione tutta italiana della scansione temporale dei cicli scolastici. Una cosa però la cambierei. 

Renderei obbligatorio l'ultimo anno di scuola dell'infanzia. Una cosa poi farei subito. Bloccherei la sperimentazione del cosiddetto liceo breve tanto cara al PD e al ministro o ministra Valeria Fedeli.