18
Mer, Lug

News

La petizione lanciata da Professioneinsegnante al fine di chiedere una legge contro la violenza nei confronti dei docenti ha ormai raggiunto le 50.000 firme. Il gruppo Facebook Professioneinsegnanti è animato e moderato dai docenti fondatori Salvo Amato, Libero Tassella, dalla professoressa Cinzia D'Eramo con la quale hanno fondato anche un'associazione omonima e la rivista online www.professioneinsegnante.it che pubblica articoli di informazione, controinformazione, didattica, legislazione, si occupa di formazione e promozione di eventi culturali e che gode della collaborazione di docenti combattivi e competenti. Sul gruppo Facebook, il più seguito dai docenti italiani, è stata dunque lanciata la petizione per chiedere una legge che istituisca e soprattutto rafforzi la figura dell'insegnante quale pubblico ufficiale, che inasprisca le pene laddove ci sono episodi di violenza conclamati, che tuteli la libertà di insegnamento e restituisca agli insegnanti un ruolo di primo piano.
Occorre infatti una legge che comporti delle sanzioni che siano da esempio educativo. È necessaria una norma che tuteli il libero esercizio dell'insegnamento quale base per la crescita delle generazioni che verranno, una legge atta a prevenire episodi che si aggiungono alla non facile situazione del comparto scuola, maltrattato sul piano economico, giuridico e sociale e, pertanto, ridimensionato nel ruolo sia sociale che professionale. In siffatta difficile situazione gli episodi di violenza trovano la loro radice. Ormai della petizione stanno parlando testate locali, nazionali, specialistiche e i docenti fondatori vengono contattati quotidianamente da giornali e riviste per interviste ed opinioni. Qui di seguito alcuni articoli che parlano della petizione. Rinnoviamo l'invito alla diffusione e firma della petizione.

Rinnoviamo l'invito alla diffusione e firma della petizione.


https://www.change.org/p/sergio-mattarella-vogliamo-una-legge-contro-la-violenza-sugli-insegnanti