26
Mar, Mar

Insegnante 2.0

 

Premessa

Questa recensione riguarda la valutazione di e-tab vista con gli occhi da insegnante. Le qualità e i problemi che vengono evidenziati riguardano esclusivamente una valutazione per  uso professionale.

Estetica e design

Il dispositivo si presenta curato nei minimi dettagli. Il corpo del tablet è in lega di magnesio e alluminio e non in materiale plastico. Ciò gli conferisce un aspetto gradevole e anche robusto, pur mantenendo una certa leggerezza. Anche la tastiera che si attacca al tablet con una robusta cerniera magnetica è molto curata con tasti a isola e dal feedback molto attivo. Lo spessore del tablet è di circa 8 mm, in linea con i concorrenti “solo tablet” e forse ancora più sottile rispetto ai  convertibili concorrenti. Lo spazio per i vari slot di espansione e di alimentazione piazzato sul lato sinistro è  ben curato e ricavato nel corpo in metallo. Ciò gli conferisce un design lineare, preciso e pulito. 

Dotazione hardware di base

 

Il dispositivo si presenta con una dotazione hardware di tutto rispetto per la categoria di appartenenza. Visto come netbook esso consente di operare come un discreto PC. Veniamo ai dettagli.

Il processore Intel Atom   X5 Z8300  di ultima generazione  a 64 bit ovviamente non è paragonabile ai processori che troviamo nei portatili tradizionali (Intel Core i3, i5 o i7) ma riesce a portare bene a termine le operazioni fondamentali e le funzionalità a cui gli insegnanti sono abituati. Sui netbook concorrenti spesso troviamo un processore equivalente o di fascia più bassa.

La memoria RAM da 4 GB consente di supportare bene Windows 10 sia nella versione Home che nella versione Pro. Occorre notare che di solito i netbook montano 2 GB di memoria Ram e ciò limita fortemente l'uso di Windows in modo adeguato. Avere la stessa quantità di RAM di un portatile di fascia media sicuramente consente di ottenere un’ esperienza utente valida e funzionale che per  certi versi fa dimenticare a volte di stare di fronte ad un tablet.

La memoria di massa da 64 GB apparentemente può sembrare limitata ma c'è da considerare il fatto che essa è espandibile con una micro SD aggiuntiva per altri 128 GB. Tuttavia forse non sarebbe male in futuro avere un dispositivo con 128 GB di  memoria di massa. Sarebbe la soluzione ideale per non porsi alcun problema di spazio, almeno per l'uso che ne farà il docente.

 

Display

Uno degli aspetti che ho gradito di più è rappresentato dalla qualità del display. La risoluzione full HD da 1920 x 1200 consente di confrontare il dispositivo con i tablet di fascia alta che hanno la medesima risoluzione. Tanto per intenderci l'iPad con retina display dispone di una risoluzione da 2048 x 1536 ovvero di poco superiore. Così anche i tablet Samsung e Asus di fascia alta. Essi hanno quasi tutti una risoluzione full HD tranne alcuni casi in cui si arriva a 2560 x 1600. Se vediamo tale risoluzione anche alla luce dell'uso come netbook ci rendiamo conto che non ci sono particolari concorrenti. Tutti i tablet ed i netbook si fermano ad una risoluzione HD ovvero 1366 x 800 o simile.  Tramite l'uscita micro HDMI ho provato a connettere e-tab ad un monitor esterno da 25 pollici wide screen con risoluzione 2560 x 1080, quindi superiore a quella nativa del tablet stesso. Con grande sorpresa ho visto che il modulo grafico Intel riesce a supportare una risoluzione anche superiore a quella HD.  La luminosità del display con tecnologia IPS è ottima, gradito anche il trattamento contro le impronte. 

Il display è molto sensibile al tocco. Molto comoda la penna stilo che consente di scrivere a mano libera con alcune applicazioni in dotazione.

 

Tastiera

 

Un altro punto interessante che ho avuto modo di valutare è la tastiera. Da utilizzatore storico dei MacBook sono molto esigente per quanto riguarda l'uso della tastiera per tutta una serie di motivi. Il primo riguarda la comodità. Tutti i netbook che ho avuto modo di usare e provare hanno avuto il difetto di una tastiera poco ergonomica, dove il feedback al tocco dei bottoni era poco apprezzabile. La scrittura veloce da parte di chi come me è abituato al layout di una tastiera da Macbook  mi ha consentito di fare pochi errori di battitura. Anche la velocità di ricezione delle battute è più che apprezzabile e lo si evince dalla scrittura veloce delle doppie nelle varie parole. Quando cambio dispositivo trovo spesso molta difficoltà ad adattarmi alla tastiera anche su notebook di grandi dimensioni. Il touchpad è piccolo ma funzionale e multitouch. Mi ha consentito, ad esempio di fare lo zoom sui documenti, di scorrere con due  dita (sia in orizzontale sia in verticale) e di usare diverse altre funzionalità a cui sono abituato anche da mac come ridurre a icona le applicazioni. Ovviamente le dimensioni sono ridotte ma fa bene il suo lavoro senza bisogno di utilizzare un mouse esterno.

 

Connettività

 

La connettività prevista è ricca di particolari. Di fatto non manca nulla di ciò che veramente serve ad un insegnante. La tastiera è provvista di due porte USB in standard 2.0, quindi il nostro Remix può anche leggere da normale pendrive, cosa che difficilmente spesso riusciamo a fare con un normale tablet a meno di un adattatore da micro USB a USB full size. Non sempre questa funzionalità viene resa disponibile. Avrei gradito che almeno una delle due porte fosse usb 3.0 per avere un accesso più veloce ad un hard disk esterno ma forse sono troppo esigente. C'è la possibilità di inserire una micro-SIM 4G LTE per la connessione telefonica, c’è uno slot per micro SD sino a 128 GB  che consente di espandere la memoria di massa interna nonché di condividere dati tra i due sistemi operativi.  Poi lo slot di carica micro USB tipo C che consente una carica veloce. E' presente anche una porta MicroUSB tipo B. La porta è di tipo host, ovvero consente di avere un input attraverso l'uso di un adattatore, qualora utilizzassimo il dispositivo solo come tablet, quindi staccato dalla tastiera su cu sono montate le due porte USB normali. 

Una cosa interessante riguarda l'uscita micro HDMI audio – video. E' molto importante per via del fatto che questa ci consente di connettere il PC alla LIM o a un proiettore con un cavo standard da micro HDMI ad HDMI.

La connettività WiFi è affidata ad un sensore dual band, ciò vuol dire che supporta sia 2,4  sia 5 Ghz. La seconda frequenza riguarda dispositivi di nuova generazione che raggiungono maggiore velocità in connessione WiFi. L'uso della connettività in dual band consente di usare la frequenza a 5 Ghz che rappresenta la tendenza dei dispositivi di rete che spesso si cerca di utilizzare a scuola con una velocità di trasferimento dati di oltre 300mbps. Ciò vuol dire che e-tab Prp è un dispositivo che sfrutta.questa possibilità.

 

Batteria

Uno dei principali limiti dei tablet e dei netbook riguarda la batteria. Essa spesso rappresenta il vero limite del dispositivo non permettendo di poterlo utilizzare per una intera giornata senza doverlo sottoporre a ricarica. Ho lasciato acceso e funzionante e-tab per una intera giornata, sono arrivato fino a sera utilizzando in continuazione il WiFi per la connessione ad internet. Ho provato anche a passare in continuazione dall'uno all'altro sistema operativo.

La batteria è da 8000 mAh e con la massima carica sono riuscito ad utilizzare il tablet per 7 ore e mezza, più o meno in linea con il dato rilasciato dal produttore. La carica della batteria è supportata da un nuovo connettore USB tipo C che consente di accelerarla. Ciò in linea con i nuovi standard relativi ai caricabatterie. La porta usb tipo C infatti non ha verso quindi può essere attaccato in un verso o in quello opposto senza rischiare di sbagliare.

 

Estensibilità

 

Per le sue caratteristiche intrinseche è opportuno constatare due cose che possono rendere il dispositivo meritevole di utilizzo massivo per la produttività. Il primo riguarda l'estensione della memoria di massa. 64 Gb  potrebbero rivelarsi pochi in alcuni contesti. Il secondo riguarda il collegamento ad un monitor esterno, pià comodo e grande. Il dispositivo supporta estensibilità in diverse modalità. La prima attraverso una microSD che si inserisce esternamente. Questa consente anche di raddoppiare la dotazione senza alcun problema con un taglio da 64 GB o triplicarla con una da 128 GB. La seconda consente di aggiungere una pendrive capiente. In questo secondo caso, ovviamente ridurremmo la velocità di trasferimento. L'ultima riguarda l'accesso ad un hard disk esterno la cui capienza può raggiungere quella dei pc portatili di fascia alta senza alcun problema. Effetivamente 128 GB di memoria di massa spazzerebbero ogni dubbio sull'esigenza di doversi dotare di espansione di memoria se non per casi particolari. 

 

Dual OS

 

Quando parliamo di tablet, la scelta spesso avviene tra due mondi diametralmente opposti: iOS per iPad e Android per tutto il resto. In mezzo ci sono i convertibili windows ma sappiamo benissimo che un tablet Windows, quindi senza tastiera fisica, alla fine non viene usato proprio e rimane utilizzato come netbook. La virtù, come si dice, sta in mezzo. Qui troviamo la possibilità di avviare il dispositivo con Android o con Windows 10. Ho anche visto che la scelta dei sue sistemi da usare varia in diverse combinazioni. Il dispositivo che uso io ha in dotazione Windows 10 Home + Remix OS . E' possibile scegliere tra due edizioni di Windows (home e pro) e due edizioni di Android (Android L e Remix OS).

La versione che sto usando io contiene Windows 10 Home  + Remix OS. Quest'ultimo è una rivisitazione di Android con un innesto di alcune interessanti funzionalità. Per la verità l'avevo già provato in altri contesti. La grande caratteristica di Remix OS è il fatto che trasforma Android in un sistema operativo desktop con una barra di stato in basso e un tasto start come Windows. Una caratteristica degna di menzione su Remix OS è la possibilità di avere la possibilità di aprire più applicazioni a finestra e averle tutte in funzione, quindi un multitasking diverso da come avviene su Android dove tranne le dovute eccezioni non possiamo, ad esempio, tenere aperto un browser che scarica qualcosa e una applicazione su cui scrivere. Ovviamente ho provato ad installare le varie applicazioni Android. La possibilità di avere ben 4 GB di RAM anche per Android è un vantaggio riservato a pochissimi tablet in commercio. Al momento neanche iPad nelle edizioni più costose dispone di 4 GB di RAM (eccezione fatta per iPad pro da 13 pollici). La dotazione di memoria torna utile laddove si avviano diverse applicazioni contemporaneamente. 

L'unico neo, che ovviamente è intrinseco alla differenza tra i due sistemi, è rappresentato dalla mancanza di comunicazione dati tra i due OS. Da Remix OS non è possibile leggere i dati di Windows così come da quest'ultimo    non si  accede alla partizione di Android. Il problema riguarda la differente formattazione dei due sistemi e lo si risolve usando una memoria micro SD visibile da ambedue i sistemi, conservando i dati esternamente in modo che possano anche essere spostati altrove.

 

Altre caratteristiche degne di menzione

 

Mi è piaciuto il lettore dell'impronta digitale fissato sulla tastiera, l'ho trovato un buon sistema per proteggere Windows senza, ovviamente dover inserire continuamente la password. Esso funziona solo da Windows e non da Remix OS. L'audio ha una buona qualità e ho trovato intelligente l'aver piazzato i diffusori ai lati del display, nella parte staccabile ma in modo tale che anche quando il tablet è appoggiato in varie modalità si riesce comunque a sentire bene. 

In dotazione c'è anche un auricolare con microfono di buona qualità e dal design che ho gradito. Il display può essere montato anche al contrario sulla cerniera in modo da poter utilizzare la base tastiera come strumento di appoggio. Le fotocamere anteriore e posteriore sono da 5 e 2 mega pixel,  su questo aspetto la qualità avrebbe potuto essere maggiore se consideriamo il “lato tablet”, accettabile se consideriamo il dispositivo come netbook che spesso ha una sola fotocamera anteriore utilizzabile come webcam.

Il software in dotazione è abbastanza ricco. Su ambedue i sistemi è installato il pacchetto Microsoft Office con licenza d'uso singolo dispositivo quindi non in versione trial, ciò può essere un valore aggiunto per chi intende ancora usare il pacchetto Microsoft Office 365. La disponibilità viene data sia su lato Android, sia su lato Windows.

 

Considerazioni finali

 

Il dispositivo è senza dubbio interessante per tanti aspetti come il doppio sistema operativo, l’usabilità della tastiera e la qualità dell’hardware. Ritengo che sia una delle migliori soluzioni da portare in borsa, leggera e adattabile a qualsiasi situazione. Il costo può sembrare alto ma sicuramente va valutato anche in base all’uso vero e proprio che si può fare per la propria professionalità. Due cose avrei cambiato per rendere l’oggetto più completo: la memoria di massa  a 128 GB e una delle due fotocamere con maggior risoluzione. Per il resto credo che e-tab sia un ottimo prodotto su cui scommettere anche come utilizzo esclusivo sia a casa sia a scuola.
Il prezzo varia in base alle varie configurazioni. Si parte da 339 euro e si arriva fino a poco più di 500 euro in base alle configurazioni software e hardware. 

 

Eccovi il link al sito ufficiale

 

fShare
753