19
Gio, Gen

 Spesso i nostri ragazzi pubblicano nel Web   audio-video  di bassa qualità. Questi lavori si caratterizzano ad esempio  per la presenza di immagini sgranate o   non fotoritoccate ( occhi rossi, luce e contrasto inadeguati ), di transizioni discontinue   e  brani musicali scarsamente  sfumati.

Leggi tutto: Esperienza: realizzare un video professionale

Definire la più famosa delle costanti matematiche della storia dell'umanità è qualcosa che ancora oggi risulta un problema di difficile soluzione. Lo studio del rapporto tra circonferenza e diametro del cerchio accompagna la storia dell'umanità fin dall'invenzione della ruota. Intrappolare quel numero in una serie finita di cifre è una impresa che quasi tutti i matematici. E quando nel 1761 il matematico Johan Lambert dimostrò che esso è irrazionale scattò la vera e propria sfida al calcolo del più alto numero di cifre decimali per renderlo quanto più preciso è possibile. La dimostrazione di Lambert segna una svolta perchè dimostra in pratica che il nostro numero non può essere intrappolato nel rapporto tra due numeri, uno a numeratore e uno a denominatore. Di fatto non può essere "razionalizzato". 

Leggi tutto: Pi-greco e la quadratura del cerchio: ecco...

Un nuovo anno sta per iniziare con il suo carico di aspettative per il futuro. Futuro, una parola che in latino è il participio futuro del verbo “essere”, e indica “ciò che sta per essere o accadere”, “ciò che è destinato ad essere”.

Leggi tutto: “Kairòn gnôthi": riconosci il momento opportuno.

Due anni fa ho iniziato dalle classi prime ad usare alcuni semplici strumenti tecnologici, come ad esempio il Power Point, che avevo in realtà già inserito nella didattica con le classi terze, per avviare un primo percorso di Digital Storytelling.

A dicembre avevo svolto il capitolo linguistico importante delle attività di routine, comprendente la conoscenza e l’uso dei verbi nelle attività quotidiane. Ho pensato dunque di consolidare e potenziare quelle conoscenze e competenze facendo descrivere agli studenti un’azione della loro quotidianità, in cui essi rappresentassero se stessi. 

Ho proceduto quindi nel seguente modo:

Leggi tutto: Cinzia Caroselli: una esperienza di didattica...